SEZIONI NOTIZIE

Claudio Ranieri: "Thiago Motta? Un allenatore anche quando giocava"

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri ha parlato ai colleghi presenti al Centro Sportivo di Bogliasco in vista del prossimo derby di campionato che si giocherà sabato sera con fischio di inizio alle ore 20.45. Per il mister ex Roma si tratta della prima esperienza nella stracittadina genovese: "Noi ci arriviamo da tre sconfitte, certamente non nella migliore condizione. Il derby è una gara a se, molto sentita da tutti. Cercheremo di fare la nostra partita tenendo conto di un Genoa che ha già abbracciato la filosofia del suo allenatore. Dovremo stare molto attenti ed essere pratici". 

Conosce molto bene l'allenatore che siede sulla panchina del grifone, come è? "Non ha cambiato filosofia, è la stessa di quando era un calciatore. Il genoa fa molto possesso palla. E' un mister che fa giocare bene portando molti giocatori nell'area di rigore della squadra avversaria". Un Thiago Motta peraltro suo giocatore ai tempi dell'Inter: "Era il mio allenatore in campo, il mio punto di riferimento".

E' arrabbiato con lui? "Certo. Ma quando faccio questa affermazione la dico in modo carino". Vi siete sentiti? "Assolutamente no. Lo saluterò sul terreno di gioco". Quindi Ranieri spiega che: "Un derby lo si prepara da solo, non c'è bisogno di tante parole. A caricare l'ambiente ci pensano anche i tifosi, l'allenatore deve solo riequilibrare il tutto".

Si passa quindi atemi più di campo, Ramirez dietro le due punte? "Potrebbe essere una soluzione adeguata. In campo manderò sempre i giocatori che stanno meglio". La differenza tra quest derby e quelli che ha giocato? "Prima fatemelo giocare questo derby poi vi dirò. Mi hanno detto che è una partita speciale, tra le tifoserie noto molta signorilità e ci sono molti sfottò. L'importante è che sia un gran bel derby, che vinca il migliore e che tutte e due le squadre al termine del campionato restino in Serie A".

Domani i vostri tifosi saranno sotto il vostro albergo: "Tifosi insuperabili. Ci sostengono per tutta la gara e solo alla fine ci fischiano se le cose non sono andate bene". De Paoli e Ramirez recuperati? "Stanno bene, magari non saranno al massimo della condizione ma sono recuperati". Cosa non deve mancare in un derby? "Assolutamente il cuore". Che gara si aspetta? "Combattuta, le due squadre cercheranno la vittoria".