SEZIONI NOTIZIE

L'avversario di turno, il Bologna: Europa, un traguardo possibile

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

Vola il Bologna del tecnico Sinisa Mihailovic; vola conquistando punti e mettendo sempre in grande difficoltà tutte le avversarie che incontra. Tre vittorie consecutive, contro Spal, Brescia e Roma, hanno lanciato in piena zona Europa League la formazione della città delle Due Torri. La mano del tecnico Mihajlovic si vede eccome; tutti giocano per lui, per il suo grave problema di salute, con la grinta che mette nell’affrontare la malattia e con quella grinta che lo ha sempre contraddistinto prima sul terreno di gioco e poi in panchina. Il Bologna gioca bene con alcuni elementi di assoluto valore.

Riccardo Orsolini è certamente il giocatore di maggio spicco. Classe 1997, 15 reti realizzate nelle sue 66 presenze in rossoblù, sogna un ritorno alla Juventus, laddove aveva iniziato la sua avventura nella massima serie. Troppo giovane per poter esordire in prima squadra, così fu mandato in presto all’Atalanta. Non una stagione particolarmente positiva con solamente 7 presenze; nel 2018 ecco il Bologna e la sua esplosione; inizialmente non semplice ma piano-piano sempre più costante. Ed ora è chiaramente il punto fermo di questa squadra, un giocatore sul quale il tecnico Mihajlovic punta molto. La Juventus intanto lo osserva sempre da vicino e chissà che non se lo porti a casa nella prossima tornata del mercato estivo.

Dal giovane Orsolini al meno giovane Palacio il passo è breve. K’ex genoano continua a stupire un po’ tutti. Più assist man che goleador, Palacio anche in questa stagione si sta affermando come uno dei punti cardini dei felsinei. Tanta corsa, dribbling ma anche qualche errore di troppo sotto porta ma la sua presenza per gli emiliani è basilare. Al Genoa Rodrigo Palacio giocò tra il 2009 e il 2012. Le presenze in Liguria furono 90 e le reti 35.

Tornando ai giovani ecco Musa Barrow. Arrivato nel mercato di gennaio dall’Atalanta, l’attaccante cambiano ha segnato già tre reti nelle quattro presenze in Emilia. In pratica ha quasi raggiunto il numero di reti realizzate nelle 40 presenze in nerazzurre che sono state quattro. Molto rapido e veloce, negli spazi aperti diventa quasi imprendibile e può vantare anche di una tecnica di base di tutto rispetto. Barrow ha già segnato una rete al Genoa quando i rossoblu furono sconfitti a Bergamo per 3 a 1.

In mezzo al campo Poli e Soriano sono elementi di grande affidamento, abili a spezzare il gioco altrui ma anche bravi negli inserimenti. Per entrambi, un passato a Genova ma nelle fila della Samp, è quasi un derby.