SEZIONI NOTIZIE

Meteo: domani la fase clou del freddo con vento e nevicate

di GianPiero Gallotti
Vedi letture
Foto

L'aria fredda ormai presente sopra il bacino del Mediterraneo scaverà un'area di bassa pressione piuttosto ampia centrata tra il medio e il basso Tirreno (B) dando origine a una fase di maltempo tardo invernale su gran parte della penisola tra le giornate di giovedì 26 e venerdi 27 con nevicate fino a bassa quota sull'Appennino settentrionale e sul nord ovest, mentre tenderà ad alzarsi sul centro Italia complice il richiamo di correnti meridionali via via più miti (frecce rosse).

La presenza di aria ancora fredda alle varie quote sul nord Italia favorirà la caduta della neve fino a quote di bassa collina o pianeggianti (frecce blu) su entroterra ligure, basso Piemonte ed Emilia.

La bassa pressione che si formerà nelle prossime ore sul mar Tirreno risulterà particolarmente ampia e in grado di coinvolgere anche il nord ovest, in particolare i versanti padani dell'Appennino Ligure, il basso Piemonte e l'Emilia con nevicate che arriveranno fino a quote pianeggianti, stante a una temperature a 850 hpa (circa 1450 metri) che risulterà ancora molto bassa e attorno ai -6°C ma in lento e costante aumento da venerdi notte.

Se la dinamica è favorevole per nevicate su buona parte del nord ovest, la costa ligure si troverà in condizioni di prevalente sottovento, cioè quella situazione che si verifica quando le correnti in quota si dispongono da nord / nord est a sud / sud ovest ponendo quindi il versante marittimo in condizioni di parziale "ombra pluviometrica" con fenomeni più deboli, intermittenti e cielo più alto.

Entrando maggiormente nel dettaglio, i fenomeni sulla Liguria cominceranno dal mattino di domani (giovedì) a iniziare dai rilievi del levante ligure mentre sul ponente avremo le ultime schiarite ingannatorie, le nevicate si estenderanno dal pomeriggio sull'entroterra di ponente e sul basso Piemonte. Le nevicate risulteranno deboli a levante e più abbondanti tra l'entroterra savonese e il cuneese dove ci attendiamo diversi centimetri di neve entro le ore tardo serali e notturne di venerdi al di sopra dei 400 metri. Attenzione sulle strade e autostrade da e per il basso Piemonte ove ci attendiamo diversi centimetri di accumulo entro sera specie sulla A6.

La costa sarà, come detto, interessata da fenomeni piovosi deboli e più intermittenti essendo in parte riparata a nord dall'Appennino, ma non escludiamo che il vento forte da nord possa trascinare dall'entroterra fin sulla riviera alcuni fiocchi in particolare sui quartieri più interni e collinari di Savona e Genova.

La giornata dunque sarà fredda, probabilmente la più fredda degli ultimi 3 mesi e sarà anche accompagnata da una forte ventilazione settentrionale che ci farà percepire la temperature percepita decisamente più bassa di quella reale. Attenzione in particolare sul savonese occidentale dove le raffiche potranno anche raggiungere gli 80-90 km/h, mentre risulteranno di intensità superiori le raffiche sulle vette appenniniche battute da vere bufere di neve.

(www.meteolanterna.net)