SEZIONI NOTIZIE

Genoa, un passo alla volta, dopo il diesse, l'allenatore?

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

Il direttore sportivo è arrivato, Daniele Faggiano opererà sul mercato per cercare di costruire una squadra che non debba più soffrire sino all'ultima giornata come capitato oramai da alcune stagioni. Dopo l'avventura di Parma eccolo in Liguria per aprire, si spera, un ciclo magari non vincente ma almeno tranquillo. 

Adesso però è il momento di puntare sull'allenatore a cui affidare la squadra. Detto che la percentuale sulla riconferma di Davide Nicola è ridotta al lumicino molto vicina allo zero; ecco che il nome che circola maggiormente è quello di Vincenzo Italiano. Da giocatore ha vestito, per poche gare, anche il rossoblu. Da tecnico sta cercando di portare alla promozione lo Spezia anche se la prima gara in Veneto, contro il Chievo Verona, è andata male vista la sconfitta per 2 a 0 che compromette, se non totalmente ma quasi, la qualificazione alla finale promozione.

Di certo per la Serie A Italiano sarebbe una vera e propria scommessa. Il modulo più adottato dal tecnico di Karlsruhe è il 4-3-3 e prima degli aquilotti ha allenato Vigontina, Arzignano e Trapani. Insomma un tecnico emergente per una piazza assolutamente vogliosa di poter finalmente tornare ad ammirare una squadra che non debba lottare sino all'ultimo per la permanenza in Serie A. 

Genoa che non sarebbe nuovo ad allenatori emergenti. Basti ricordare il nome di Fabio Liverani che nel 2013 fu lanciato in prima squadra durando pochissimo e venendo esonerato già alla fine del mese di settembre con una unica ma importante vittoria, 3 a 0 nel derby della Lanterna. Insomma Italiano per la categoria sarebbe una scommessa vera e propria. Bene o male? Sarà solamente il tempo e naturalmente saranno i risultati, fosse lui il mister per la stagione 2020/2021, a parlare. 

Comunque sarà importante fare il prima possibile ad affidare la squadra ad un allenatore perché poi si potrà programmare con calma quella che sarà la rosa della squadra con la speranza che, per una volta possa iniziare la stagione e magari terminarla senza gli usuali stravolgimenti effettuati durante il mercato invernale. Già questo fattore sarebbe un piccolo passo avanti rispetto al passato.