SEZIONI NOTIZIE

Remember Genoa: un giovane belga di prospettiva spesso svogliato

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

In un periodo dove il calcio, giustamente, è stato messo in ultimo piano e si parla solamente delle vittime e dei contagi causati dal Coronavirus, noi di Genoanews1893.it abbiamo deciso di proporvi qualche aneddoto su determinate gare che il Genoa ha disputato dal 1990 ad oggi. Un modo come un altro per cercare di allietarvi in questi momenti bui nei quali il pensiero va principalmente alla situazione drammatica che si è venuta a creare in Italia e nel mondo in generale. Il nostro impegno è solamente portato a regalarvi, anche solo per un istante, qualcosa di più leggero, restando sempre pronti a ricordarvi peraltro di "stare a casa" per fare in modo che il virus venga totalmente e nel più breve tempo possibile sconfitto e debellato.

Testa calda, addirittura finito in carcere qualche anno dopo aver vestito la maglia del Genoa, Maxime Lestienne tecnicamente pareva un crac di quelli importanti. Un giocatore che avrebbe dovuto avere tutti i numeri per primeggiare anche in Italia ma che invece, all'atto pratico, non riuscì proprio a farsi notare, salvo che per una rete segnata all'Inter dopo uno scontro al limite dell'area di rigore tanto strambo quanto fortuito tra il portiere Handanovic e il difensore Ranocchia.

Le prime parole di Lestienne appena giunto al Genoa fecero gongolare i tifosi liguri. Il belga aveva infatti proclamato di aver rifiutato il Milan, ritenendo il Genoa la formazione più adatta alle sue caratteristiche tecniche. In prestito dall'Al Arabi giunse nel 2014 e inizialmente pareva dimostrare a tutti la sua bravura; un paio di assist contro il Sassuolo fecero sorridere i sostenitori genoani che pensavano di aver trovato in lui un giovane calciatore dalla tecnica sopraffina e con i colpi da maestro. 

Peccato che non tutto andò invece come sperato. Alla fine dell'avventura in Liguria Lestienne scese in campo in 24 circostanze, segnando solamente la rete sopra descritta ai nerazzurri milanesi. Eppure soprattutto in patria al Brugge, il giocatore si era messo in grande evidenza richiamando le attenzioni di parecchi club europei. Il Genoa la spuntò perché arrivo velocemente sul giocatore portandolo a casa. 

Lestienne di fatto non esplose mai, e anche nelle stagioni seguenti non riuscì a mettersi in grande evidenza.

Attualmente il giocatore fa parte della rosa dello Standard Liegi dove ha realizzato 8 reti in 31 gare giocate.