SEZIONI NOTIZIE

Serie A, oggi la giornata decisiva per date e orari delle partite

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

Ci siamo! Oggi è una giornata importante per il ritorno al calcio giocato. La Lega Calcio deciderà infatti date e orari delle sfide che mancano al termine della stagione agonistica 2019/2020. Ci saranno tre slot, uno pomeridiano uno del tardo pomeriggio ed uno notturno. Di sicuro c'è che non saranno troppe le gare che inizieranno alle ore 17,15, in pratica una decina circa ed evitando campi del Sud quali Lecce, Napoli e Cagliari a causa della possibile e probabile calura che potrebbe esserci.

Partite che si giocheranno in prevalenza in notturna con inizio alle ore 21.45 mentre il terzo momento per l'avvio delle gare sarà alle ore 19.15. Per quanto riguarda le giornate infrasettimanali saranno disputate solamente in questi due ultimi momenti e non di pomeriggio. E' dunque il passo definitivo quello odierno per la compilazione di un calendario già esistente ma che va modificato con orari e date e soprattutto cercando di tener conto di tutte le situazioni climatiche che si andranno a trovare nei prossimi mesi. 

Una Serie A che tornerà in mesi inediti, mesi nei quali, negli anni passati, si pensava solamente alle vacanze per i tifosi e al massimo alla preparazione estiva per quanto concerne i giocatori nelle varie località prescelte. La pandemia di coronavirus Covid-19 ha portato anche questa situazione, uno stravolgimento totale delle nostre vite e di tutto ciò che normalmente si è sempre fatto. Adeguarsi alla situazione non sarà affatto semplice ma, per il nostro bene e per la nostra salute, andrà fatto.

Capitolo tifosi e stadio: si cerca una soluzione visto che da più parti si chiede che almeno una parte dei sostenitori delle vaie società possano accedere all'impianto sportivo. Non facile la soluzione tenendo presente che non sarà attuabile una soluzione che vada bene a ogni tifoso. Anche in questo caso di batte la strada della cautela e del fatto che, giustamente, la salute deve essere messa in primo piano. Appare chiaro che questa annata calcistica, salvo ripensamenti dell'ultima ora alquanto improbabili, si chiuderà a porte chiuse. Da pensare invece la situazione inerente alla annata 2020/2021 anche se per questa c'è ancora un po' di tempo per raggiungere una decisione tenendo presente soprattutto come si modificherà la situazione inerente al Coronavirus.