SEZIONI NOTIZIE

Tranquillità, tecnica e muscoli: questo Genoa piace già

di Gregorio Spigno
Vedi letture
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Quest’anno nessuno ci casca. Piedi di piombo e niente illusioni. Però... però il Genoa indubbiamente è apparso molto diverso rispetto a quello brutto e impaurito del finale della scorsa stagione. Gli acquisti messi a segno dall’ottimo Faggiano si sono già rivelati decisivi, tutti. Una squadra che sembrava già collaudata da tempo, cosa che difficilmente succede in generale e soprattutto alla prima giornata di campionato. Zappacosta, giocatore di livello internazionale, anche adattato a destra è apparso come un moto perpetuo sulla fascia di sua competenza. Badelj ha illuminato in regia, ripulendo palloni sporchi e inventandosi geometrie perfette per tutti i compagni. Zajc, posizionato non nel suo naturale ruolo di trequartista, ha lasciato intravedere ottime potenzialità. E Pjaca da subentrato ha chiuso i giochi trovando un gol che gli mancava da 729 giorni. 

Bene tutti, dunque, se alla lista si aggiungono anche i nomi del ritrovato Destro, dell’eterno Pandev e di motorino Ghiglione.

L’avversario di turno, è vero, era ancora poca cosa, ma è in partite come queste che si costruiscono basi importanti per un futuro tranquillo. Se poi si conta anche il risultato bello rotondo, chissà che non possa tornare utile per quanto riguarda gli scontri diretti tanto importanti per il finale di stagione (ovviamente si spera che non ci sarà bisogno di guardare né a quelli né ai punti).

La mano di Maran si è notata già dai primi minuti e il risultato non è mai stato messo in discussione. Neppure un momento di ansia o palpitazione per i tifosi rossoblù, fatto raro ultimamente. 

Vittoria netta, tre punti importanti per partire alla grande e un po’ di buone speranze. Questo Genoa piace già, aspettando una punta...

Gregorio Spigno