SEZIONI NOTIZIE

A... SOCIAL

di Luca Canfora
Vedi letture
Foto

Io amo i Social. Io detesto i Social.

Io sono Social... io sono decisamente a... Social.

Sono contraddittorio? Certo, e me ne vanto. Sono un essere umano, solo un essere umano. Sono umorale, incostante, incoerente, bugiardo, ipocrita, insicuro, fedele, infedele, affidabile, inaffidabile, tollerante, intollerante, paziente... sostantivo, paziente... aggettivo, impaziente, impulsivo, riflessivo, razionale, passionale, comprensivo, egoista, egocentrico, vanitoso, presuntuoso, affettuoso, insopportabile, santo, peccatore.

Ma ho messo solo i difetti meno gravi.

Sono belli i Social. Sono tutti così integri, coerenti, giusti, irreprensibili, capaci, preparati, documentati, sinceri. Sui Social.

La mia ironia non viene capìta da molti. Càpita. Mi starà prendendo in giro? Vuole essere divertente a tutti i costi? Sta scherzando o sta facendo il deficiente? Dove vuole arrivare?

Prendo in giro me stesso, e tutte le qualità che ho elencato sopra, che rivendico in toto. Prendo in giro le nostre debolezze, e chi crede di nasconderle con le bugie. Prendo in giro l'arroganza, la superbia, la stupidità. Prendo in giro chi pensa di avere capito la vita, chi cerca di insegnarla, chi pensa di ingannarla.

Prendo in giro chi mi tradisce pensando che il mio sorriso non se ne sia accorto. Prendo in giro chi mi ha ferito e nemmeno sospetta quanto io sia stato male. Prendo in giro chi mi ha mentito per interesse, chi mi ha usato per gioco, chi mi ha snobbato.

E non porto rancore a nessuno. Questa è l'unica cosa di cui sono veramente orgoglioso. 

Per quanto sia difficile superare le debolezze, mi dico sempre che se posso concedere a me stesso l'indulgenza che ho deciso di concedermi per sopravvivere, devo concederla anche agli altri. Posso rinunciare a quasi tutto, ma non posso tradire la mia intelligenza, o quella che ritengo di avere.

Ma in fondo anche questa operazione è solo il frutto di uno dei miei tanti difetti, la vanità. Non sopporto l'idea di essere schiacciato dalla mia debolezza, dai miei limiti. E allora cerco di accettare, e superare, le delusioni, le sconfitte, i tradimenti, senza tradire me stesso. Voglio migliorare, voglio andare oltre l'orgoglio, la debolezza, l'egocentrismo, la superficialità. Non voglio permettere che altre persone, che la vita, mi rendano una persona peggiore.

Pazienza se ho sbagliato, se altri hanno sbagliato con me, se ho sofferto, se ho fatto soffrire, se non mi sono comportato sempre in modo impeccabile, se altri lo hanno fatto con me, se ho usato qualcuno, se qualcuno ha usato me, se ho ferito qualcuno, se qualcuno ha ferito me.

Nella vita reale, e sui Social, che in fondo è un pezzo di realtà, cerco di tenere lo stesso comportamento, le stesse regole. Secondo me ne abbiamo bisogno tutti.

Umanità, indulgenza, pacatezza, equità, sincerità.

Onestà.

Pazienza se non sempre tornano indietro, io mi sento a posto con me stesso, e voglio guardare avanti.

Voglio guardare oltre.

   Luca Canfora