SEZIONI NOTIZIE

Genoa, un esordio che si avvicina, un attaccante che si cerca

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

Mancano quattro giorni all'esordio in campionato contro il Crotone, al Ferraris, domenica alle ore 15 e il mercato del Genoa sta proseguendo a gran ritmo senza soste. Sono arrivati alcuni giocatori ingrandendo la rosa, una rosa che andrà pure sfoltita per non ritrovarsi con un affollamento da ore di punta nel centro della città. 

Di certo la dirigenza genoana e in primis il direttore sportivo Daniele Faggiano non si fermeranno qui. La ricerca più pressante è quella di un centravanti in grado di andare in doppia cifra. Non facile trovarlo anche perchè chi ce l'ha se lo tiene ben stretto. Leonardo Pavoletti poteva certamente un profilo interessante in tal senso ma da Cagliari hanno più volte sapere che non se ne vogliono privare nonostante l'attaccante non parta certamente da "sicuro del posto da titolare" mentre in Liguria avrebbe potuto rilanciarsi sapendo che invece avrebbe certamente giocato. 

Così si punta al rientro dalla Spagna di Toni Sanabria che a Siviglia non rientra nei piani del tecnico del Betis. Operazione fattibile ma non semplice e comunque che abbisogna ancora di un pochino di tempo affinché possa arrivare a buon fine. Sanabria a Genova ha fatto bene soprattutto nella seconda parte della stagione ovvero quando è giunto alla guida della squadra Davide Nicola. Gol importanti come l'ultimo al Verona e belli, per on dire spettacolari, come a gran corsa dalla propria metà campo sino alla porta avversaria seminando gli avversari come capitato al Dall'Ara contro il Bologna. Il vantaggio di riportare Sanabria a Genova sta nel fatto che conosce l'ambiente, la piazza e ha la stima della dirigenza, presidente Preziosi in primis, oltre ad essere ben gradito dallo stesso tecnico Maran.

Non sbagliare la fase offensiva è di preminenza importanza: avere un giocatore che abbia la certezza o quasi (nel calcio le certezze spesso vengono disattese in un batter di ciglia) di raggiungere la doppia cifra è basilare. Poi è chiaro che importante sarà mettergli dietro giocatori abili nell'assist, nell'ultimo passaggio, in quel tocco che lo liberi al tiro. Ma su questo punto il Genoa ci sta lavorando da inizio, perché no, pure prima, del calcio mercato.