SEZIONI NOTIZIE

L'avversaria di turno, il Napoli: Osimhen la sorpresa

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto
© foto di Image Sport

Prima trasferta per il Genoa di questo campionato 2020/2021 dopo il Bell’esordio interno contro il Crotone di domenica scorsa. Ancora una sfida al canonico orario delle ore 15 questa volta al San Paolo contro il Napoli allenato da Rino Gattuso.

I partenopei proveranno anche in questa annata a scalare la graduatoria per cercare di insediare il più possibile Juventus e Inter che al momento appaiono le formazioni maggiormente in grado di lottare per lo scudetto. Ce la faranno?

L’inizio è stato incoraggiante con il successo 2 a 0 a Parma contro un’avversaria però che ha palesato qualche limite di troppo e che ancora non è apparsa rodata al massimo. I campani hanno inserito in organico Victor Osimhen che già si è insetto al meglio all’interno dell’undici di base dimostrando in Emilia tutte le sue principali caratteristiche. Ma chi è Osimhem? Si tratta di un attaccante nigeriano, classe 1998, prelevato dal Lille, dove in 27 gare ha realizzato 13 reti. Ha una buona tecnica di base e gioca prevalentemente da punta centrale.

Inoltre è arrivato dal Verona Amir Rahmani, altra elemento di valore che si era messo in grande evidenza lo scorso anno nella squadra del tecnico Juric. Tante le presenze, 36, ma nessuna rete per un elemento che di mestiere fa il difensore centrale. Infine un altro giocatore entrato nella rosa partenopea prende il nome di Andrea Petagna; giunto dalla retrocessa Spal dove è comunque riuscito ad arrivare in doppia cifra; negli azzurri si è già integrato al meglio e, come punta di riserva, può sicuramente dare una grossa mano alla loro causa.

Mercato che probabilmente regalerà ai partenopei ancora qualche colpo in entrata anche se prima dovranno avvenire un paio di cessioni eccellenti. Quelle più probabili riguardano Koulibaly e Milik.

Napoli che continuerà a contare invece sulla verve realizzativa di Dries Mertens e sull’estro di Lorenzo Insigne. Il primo vuole proseguire intrapresa di fatto dal suo arrivo in Campania e il secondo chiede a questo torneo maggior concretezza sotto porta visto che lo scorso anno gli è mancata un po’ di regolarità.