SEZIONI NOTIZIE

Remember Genoa, una rete per fare esplodere la Gradinata Nord

di Franco Avanzini
Vedi letture
Foto

In un periodo dove il calcio, giustamente, è stato messo in ultimo piano e si parla solamente delle vittime e dei contagi causati dal Coronavirus, noi di Genoanews1893.it abbiamo deciso di proporvi qualche aneddoto su determinate gare che il Genoa ha disputato dal 1990 ad oggi. Un modo come un altro per cercare di allietarvi in questi momenti bui nei quali il pensiero va principalmente alla situazione drammatica che si è venuta a creare in Italia e nel mondo in generale. Il nostro impegno è solamente portato a regalarvi, anche solo per un istante, qualcosa di più leggero, restando sempre pronti a ricordarvi peraltro di "stare a casa" per fare in modo che il virus venga totalmente e nel più breve tempo possibile sconfitto e debellato. 

Se il Genoa è in Serie A da molti anni, in fondo lo si deve anche ad una rete di un giocatore che a Genova non ha quasi lasciato traccia, avendo  giocato solo 13 gare segnando una sola rete. Ma proprio quel gol è entrato nella storia della ultra centenaria vita della squadra più Antica d'Italia. Un colpo di testa per una esplosione di colori e grida da parte della Gradinata Nord (ma non solo) e di tutti gli speaker presenti quella domenica allo stadio Ferraris.

Si tratta della partita tra Genoa e Salernitana. I campani avevano vinto la gara di andata per 2 a 1, con il gol di Stellini su calcio di rigore che era servito per permettere ai liguri di potersi prendere la Serie B nel return match in caso di vittoria con qualunque risultato. Questo a causa della miglior posizione di classifica. Sull'1 a 1, con le reti realizzate da Stellini e Magliocco, il Genoa sarebbe stato condannato alla permanenza nella terza serie. 

Ma a cinque minuti dal triplice fischio di chiusura ecco Dante Lopez. Il paraguaiano non aveva fatto granché con la casacca a quarti rossa e blu addosso. Poche presenze, nessuna rete e la sensazione che non fosse stato un acquisto azzeccato da parte della dirigenza. E invece ecco il suo momento di gloria, di quelli che restano impressi nella memoria dei tifosi per tutta la vita. La palla gli arriva sulla testa dopo la traversa colpita da Grabbi; lui anticipa i difensori in maniera davvero scaltra spedendola in fondo al sacco. Un urlo liberatorio si alzò dalla Gradinata Nord; il Genoa conquistava la promozione in Serie B. Quella rete non sarà mai dimenticata. 

Di Dante Lopez a Genova non se ne seppe poi più nulla, perché lasciò la Liguria per andare a cercare fortuna a Crotone, dove arrivò a quota cinque nelle reti realizzate; quindi l'addio all'Italia e il girovagare per il Centro e Sud America, senza peraltro trovare grandissima fortuna. I tifosi rossoblu però non potranno assolutamente dimenticarlo perché proprio quella rete che lanciò il Genoa alla prima delle due promozioni consecutive e quindi alla massima serie dove veleggia ancora da oltre un decennio.